Arredamento sostenibile, la nuova frontiera del riciclo

18/11/2021 - Eva Serio

Lo sapevi che per arredare casa puoi scegliere oggetti realizzati con materiale riciclato?

 

Oltre ad essere una scelta ecologica che ti permette di salvaguardare l’ambiente ed evitare gli sprechi, questo tipo di arredo dona alla tua casa un tocco di charme in più.

 

Questo nuovo modo di concepire il design parte dall’imballaggio degli oggetti, utilizzando cartone riciclato.

 

La Manuello Design, ad esempio, racconta che così facendo durante il 2019 hanno risparmiato l’abbattimento di circa 80 pini alti 15 metri.

 

Ci sono 3 filosofie distinte di arredamento sostenibile.

 

Con lo Zero Waste Design si cerca di ridurre gli scarti della produzione studiando in maniera accurata il disassemblamento degli oggetti, in modo da poterli riciclare con maggiore facilità.

 

Inoltre viene implementata la ricerca sui materiali a basso impatto ambientale in modo da costruire mobili e arredi biodegradabili come i rifiuti organici.

 

Per Upcycled materials, invece, si intende considerare gli scarti come la risorsa principale per realizzare il cosiddetto “riciclo creativo”.

 

Si scelgono quindi materiali poveri, generati dalla produzione e dal consumo, recuperati e riutilizzati.

 

Ad esempio Lucirmás, uno studio di design a Barcellona, rende gli oggetti durevoli e utili per la casa sfruttando proprio questa tecnica.

 

Infine abbiamo la Low Impact Living, che invece contempla l’uso delle tecnologie di ultima generazione per monitorare i consumi energetici negli ambienti, rendendo la casa molto più smart.

 

Netatmo è un’azienda francese che realizza proprio questo tipo di dispositivi.

 

Una vasta scelta di tecniche, che uniscono l'innovazione alla salvaguardia dell'ambiente. E chissà cosa ci riserva il futuro in questo campo...