ROI: la top 5 dei profitti al di sopra delle aspettative

03/01/2024 - Fabio

ROI, acronimo di "Return of Investment" (in italiano, "Ritorno dell'Investimento"), è un concetto cruciale nel mondo degli investimenti, e ancor di più nel contesto del crowdfunding immobiliare.

Stiamo parlando del margine di profitto, quello che crea le aspettative più alte da parte di chi investe denaro e fiducia nei progetti. Nel mondo del lending crowdfunding, dove i finanziatori diventano creditori verso la piattaforma, si lavora con progetti immobiliari che richiedono capitali molto accessibili. Questo significa guadagni contenuti ma continuativi e a bassissimo rischio. In pratica, tutti hanno la possibilità di investire, distribuendo piccole quote su più progetti, così da creare un vero portafoglio finanziario.

Chi ha scelto di intraprendere questo percorso con Isicrowd, ha sempre avuto la garanzia di un margine di profitto al di sopra delle aspettative per il lending crowdfunding: una media del 10,2%, quasi sempre ottenuto con la modalità istantanea. Ma quali sono state le operazioni immobiliari che hanno generato il ROI più alto? Qui scoprirete la top 5.

Come si calcola il ROI nel crowdfunding immobiliare?

Prima di scoprire la nostra classifica, vogliamo offrirvi un veloce sguardo al meccanismo con cui calcolare il ROI. Un'operazione abbastanza semplice ma molto importante, che serve di volta in volta a conoscere il profitto che si ricava da ogni singolo investimento.

  1. Calcola tutti i flussi di cassa positivi (guadagni) generati dall'investimento nel corso del tempo.
  2. Sottrai tutti i costi operativi e le spese dall'ammontare totale dei guadagni.
  3. Dividi il guadagno netto per l'ammontare dell'investimento iniziale e moltiplica per 100 per ottenere il R.O.I. annuo.

5. Il progetto "Largo San Marcellino", un profitto del 10%

Per iniziare il nostro conto alla rovescia, abbiamo scelto di raccontarvi il crowdfunding "Largo San Marcellino". Si tratta di un'operazione che ha un valore aggiunto molto importante, rispetto al solo profitto. Un obiettivo fondamentale per la community di Isicrowd è quello di ridare impulso all'economia del territorio attraverso il business immobiliare. Il fatto di operare su Napoli ed il suo interland, ci ha consentito di gestire un grande potenziale: gli edifici situati in zone di interesse turistico, storico e paesaggistico.

Proprio in una di queste zone del capoluogo campano, tra via Duomo e corso Umberto, abbiamo trovato l'edificio di Largo San Marcellino. L'appartamento sul quale abbiamo creato la raccolta di capitale, con una dimensione di 55 mq all'interno ed altri 15 all'esterno, era abbandonato a se stesso. Una volta valutata la situazione con l'agenzia immobiliare, abbiamo stabilito che l'obiettivo del crowdfunding sarebbe stato un capitale di 50.000,00 euro.

Alla fine, grazie all'impegno di tredici investitori, l'operazione si è chiusa a quota 52.759,39 euro, fruttando un ROI del 10%, con la possibilità di negoziare il tasso fino al 10,5%. Come risultato dell'investimento, è stato realizzato un confortevole bed & breakfast costituito da due camere matrimoniali con bagno privato e un angolo cucina condiviso. Il tutto, in una cornice magica e ricca di storia, come quella del quartiere Pendino, dalle cui rampe si raggiunge in un attimo il centro storico.

4. Il crowdfunding di piazza di Vittorio Capodichino: un ROI dell' 11%

L'immobile che è stato selezionato dal nostro team a piazza Capodichino, un punto di snodo fondamentale per la città, è diventato un progetto "a misura di famiglia". Si tratta di un appartamento molto ampio, il cui potenziale stava tutto negli spazi: 60 metri quadri all'interno, altri 47 all'esterno, e delle finestrature piuttosto alte.

Piazza Capodichino, nelle immediate vicinanze dell'aeroporto cittadino e della tangenziale, è una zona strategica: vi confluiscono sia la periferia Nord, con Secondigliano e via De Pinedo, che zone storiche della città come l'Arenaccia, attraverso calata Capodichino e via Don Bosco. Naturalmente, questo si traduce in un'ampia quantità di servizi, rendendolo il posto perfetto per famiglie con bambini.

Grazie alla raccolta di capitale, e al raggiungimento della quota prefissata di 35.000,00 euro, l'appartamento è stato completamente ristrutturato e rimesso sul mercato. Sfruttando le finestrature alte, è stata creata un' area soppalcata perfetta per una cameretta. In questo caso, il crowdfunding ha portato agli investitori un ROI dell'11%.

3. Il doppio risultato del progetto in via Provenzale

Il progetto che apre il podio finale di questa classifica è del crowdfunding in via Provenzale. Ci troviamo ancora una volta nella zona strategica di Capodichino, il collegamento nevralgico tra periferia, aeroporto, tangenziale e il quartiere storico dell'Arenaccia. Anche in questo caso, la mission è stata quella di ristrutturare una vecchia abitazione, trasformandola in un moderno e confortevole appartamento di ben 94 mq.

Per questa operazione, era stato fissato un capitale minimo di 90.000,00 euro ed un massimo di 150.000,00 euro. La forza e la fiducia di 100 investitori della nostra community ci ha consentito di centrare, come primo obiettivo della raccolta, proprio il capitale più alto. Il secondo risultato raggiunto dal progetto via Provenzale è stato, naturalmente, il ROI generato per i finanziatori, ovvero l'11% di profitto.

2. Il crowdfunding turistico di via Correra e un profitto del 12%

Con l'operazione immobiliare realizzata nella centrale via Correra di Napoli, abbiamo scritto, insieme agli investitori, un'altra storia di successo. Tra gli obiettivi più sfidanti, per chi lavora nel real estate, c'è sicuramente la trasformazione di un immobile in stato di degrado. Qui si vede la capacità di chi sceglie questa professione: il senso della visione, lo studio e la conoscenza del territorio per capire il valore che una costruzione può acquisire.

Quando le ricerche ci hanno portato a conoscenza dell'opportunità in via Correra, sapevamo di aver trovato un "cavallo vincente". Questa strada fa parte di un luogo importantissimo per la storia e la cultura napoletana: il Cavone, che sbuca su via Pessina, a ridosso di piazza Dante. Chi lo attraversa, viene immediatamente catapultato nel cuore vivo e pulsante di Napoli. Insomma, l'occasione perfetta per creare un nuovo B&B.

Con il prezioso contributo di 15 investitori, abbiamo raggiunto l'obiettivo capitale di 10.000,00 euro. In questo modo, non abbiamo solo contribuito alla crescita turistica della città, ma abbiamo generato un ROI del 12%.

1. "Residenza Padre Ludovico": il ROI più alto

La nostra classifica del ROI più alto incorona come progetto vincitore quello realizzato per le residenze "Padre Ludovico": un'operazione importante e significativa di un altro aspetto al quale teniamo molto, la riqualificazione dei territori extraurbani. L'edificio, infatti, è situato nel comune di Casoria: un fabbricato storico di due piani e una superficie di 230 mq, pronto per nascere a nuova vita come insieme di quattro appartamenti tra 83 e 95 mq, area relax comune, box e ingressi indipendenti.

Abbiamo sempre considerato un punto d'onore la possibilità di far raccogliere i frutti del nostro lavoro alle aree periferiche della nostra provincia: sono i luoghi che conosciamo da sempre, parte della nostra vita e di ciò che siamo. Trasformare il palazzo d'epoca "Padre Ludovico" in una palazzina privata, ristrutturandola secondo criteri tecnici moderni e rendendola accessibile alla cittadinanza, è stata un'emozione impagabile.

La stessa emozione, siamo riusciti a trasferirla ai 79 investitori che hanno partecipato: a fronte di un capitale raccolto di 60.000,00 euro, è stato generato un profitto del 13%. Nella media complessiva che il lending crowdfunding può offrire, un ROI davvero al di sopra di ogni aspettativa.