Un milione raggiunto oggi, milioni di altri successi domani

01/01/2024 - Fabio

Un milione di euro in capitali raccolti attraverso operazioni crowdfunding immobiliare: sembra ancora incredibile ripetersi in mente questa frase, ma è successo davvero. Successo, d'altro canto, è una parola difficile da spendere parlando di se stessi. Ma non si tratta di noi come piattaforma d'investimenti, né di un singolo. Il successo, così come lo abbiamo sempre inteso, riguarda tutti quanti, operatori e investitori insieme.

Tutto comincia sempre con un'idea

Un milione, nei modi dire più comuni, è un'iperbole, una forma che serve a dare l'idea di quanto grande sia qualcosa. Aver conquistato realmente quella cifra, così da rendere letterale quest'espressione così spesso usata, è un punto di svolta. Significa che le voci di chi ha contribuito a questo traguardo si sono alzate di volume, fino a diventare un coro, un suono armonioso che non si può ignorare.

Dentro questa cifra, però, ci sono altrettante storie, valori e promesse mantenute. C'è stato l'impegno collettivo a dar vita ad un circolo virtuoso, dove il margine di profitto e la crescita finanziaria degli investitori sono diventati sinonimo di riqualificazione immobiliare e crescita dei territori. Tutto questo parte dal primo, prezioso mattoncino: un'idea.

La scintilla si è accesa quando il CEO & Founder di Isicrowd, Antonio Ottaiano, ha scelto di mettere in piedi quella che di fatto è stata la prima start up di crowdfunding immobiliare nel napoletano. Perché un giovane imprenditore del sud Italia dovrebbe creare una piattaforma di raccolta capitali per progetti di real estate al Meridione?

Un milione di pregiudizi sconfitti da 17 progetti immobiliari

La costruzione di un successo, come l'aver raggiunto un milione di euro in capitali raccolti, non si completa in poco tempo. La cosa più difficile è arrivata prima ancora delle sfide finanziarie: nessuno avrebbe mai puntato su un progetto imprenditoriale nel Mezzogiorno d'Italia, ancora di più se il business riguarda un settore come l'immobiliare.

Nonostante l'ostruzione iniziale, Antonio Ottaiano ha potuto contare su un team sempre più solido e professionale. Il sogno è diventato realtà soltanto con la sinergia tra chi realizza le operazioni di crowdfunding e chi, a monte, sa fare ricerca sul territorio per trovare le costruzioni giuste.

A quel punto, il vero traguardo da raggiungere era anche l'ultimo tassello fondamentale perché tutto avesse senso: arrivare alle persone, conquistarne la fiducia con la concretezza perché diventassero la nostra community di investitori. Nel corso del tempo, abbiamo puntato ad operazioni di crowdfunding accessibili a tutti, con quote di partecipazioni contenute e la garanzia di restituzione del capitale nei tempi o perfino in anticipo. A questo si aggiunge la sicurezza del margine di profitto medio del 10,2%: una rendita davvero importante per il lending.

Nella riqualificazione c'è la svolta etica che ci ha portati ad un milione di euro raccolti

La vera forza dei diciassette progetti di crowdfunding, con i quali siamo arrivati ad un milione, sta tutta nella parola "riqualificazione". Quando Isicrowd ha iniziato a prendere piede, abbiamo fatto una scelta cruciale: restare nei nostri territori, nelle zone in cui siamo cresciuti e dove il sogno è nato.

Sappiamo bene che Napoli, ed il suo sconfinato interland, custodiscono un potenziale immobiliare molte volte inespresso: edifici e strutture in stato di abbandono e in cerca di una rinascita, che si tratti di stabili periferici o di abitazione d'epoca in punti di valore storico ed interesse turistico.

Oltre il guadagno, ci deve sempre essere una motivazione che tocchi le giuste corde di ognuno, perché investire denaro significa dare valore a qualcosa in cui si crede. Se i nostri luoghi hanno creduto in noi, tocca a noi puntare su di loro per aiutarli a crescere. Un guadagno costante e garantito è una sicurezza necessaria, ma sapere di essere parte di un progetto etico più grande ha fatto la differenza.

Un milione di euro è la cifra che tutti insieme abbiamo reso reale. Un milione di nuove iniziative di successo è la realtà che ci aspetta domani.